Dentisti o Filosofi? Scienza o Magia?

butterfly1

Quando si parla di salute ed in particolare di salute psicofisica, non possiamo fare a meno di chiederci quale sia il confine tra la nostra natura BIOLOGICO-MECCANICA e la nostra sfera spirituale ed emotiva.13043523_10208043303672168_5015819328842118602_n

Proprio su questa linea di confine si assiste ad uno spopolare di teorie MEDICHE (ci teniamo particolarmente a precisarlo, MEDICHE) supportate quasi mai da alcuno studio scientifico, per mettere in relazione i problemi psichici e, a nostro avviso, fantasiosamente, qualche parte del corpo umano.

Le disquisizioni su queste teorie, al pari di qualsiasi altra discussione, sono certamente positive perché portano a riflettere, a mettere in discussione, a capire e discernere. Ma quando queste teorie, in mano a medici (un medico dovrebbe avere sempre un metodo scientifico e solo quello) diventano arbitrariamente FATTI per sostenere questa e quella tipologia di cura, nascono quasi sempre problemi.

Il Comitato-OG nel nome dei suoi iscritti vorrebbe porre all’opinione pubblica alcune semplici domande e osservazioni:

un paradenti in gomma nato per proteggere i denti dai colpi ricevibili durante la boxe e un bite per la guarigione di problemi psichici cosa hanno in comune?

Tutto, ovvero la forma, mettersi qualcosa tra i denti

Niente, il prezzo che varia dai 3€ ai 2000€

Uno assolve la sua funzione, quello da 3€, ammortizzando i colpi ricevuti alla bocca

L’altro non è dato sapere, considerato che nessuno mai potrà verificare la sua funzionalità (placebo a parte) e che nessuna ricerca MEDICO-scientifica (ci teniamo a precisarlo, MEDICO-SCIENTIFICA) vi è a supporto del fatto che l’anima dell’individuo risieda nei denti o nella bocca.

Perché medici dentisti e odontoiatri (che non sono medici) dalla formazione scientifica e rigorosa, ricorrono spesso, a nostro avviso, ad argomentazioni così aleatorie come le turbe dento-psichiche per proporre oggetti costosissimi a persone sofferenti se non vi sono prove scientifiche a supporto?

Perché le Istituzioni preposte e gli ordini professionali in autotutela non sottopongono al vaglio della comunità scientifica queste fantasiose (ma lucrose) teorie?

Siamo comunque sempre noi individui a scegliere, nessuno ci obbliga, quindi è FONDAMENTALE CAPIRE E CONOSCERE per poter scegliere!

Vi abbiamo dato questi spunti di riflessione e chiediamo una risposta pubblica ai nostri quesiti, da parte dei dentisti che credono e che applicano questa FILOSOFIA.

L’approccio filosofico ai problemi occlusali, a nostro avviso, è uno dei tanti mezzucci per dar valore a un oggetto dal costo di 3 euro, come acquistare lo stesso amuleto da una bancarella per strada a 3€, o in un pittoresco studio di magia con tanto di mago e sfera di cristallo a 2000€.

Vorremo chiedere all’opinione pubblica e alle istituzioni perché non si tutela il malato proponendogli solo le cure scientificamente provate mentre invece si tutelano gli ordini professionali spesso mettendoli al di sopra del buon senso e della legge consentendo quella che poi, a nostro avviso è a tutti gli effetti una sperimentazione?

Noi del Comitato-OG ancora un volta abbiamo le idee chiarissime e la frase successiva, a nostro avviso, non è scientificamente oltre che umanamente accettabile:

Dentosofia

” Terapia caratterizzata

da un approccio umanista

all’arte dentistica,

che utilizza tecniche funzionali

e pone in evidenza il legame

tra l’equilibrio della bocca,

l’equilibrio dell’essere umano

e in modo piu’ vasto

quello del mondo “

Comitato-OG

immagini tratte da www.decathlon.it e www.dentosofia.it

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *